1. Home
  2. Blog
  3. Ecco come superare la fasciopatia plantare e tornare a correre: Una guida completa
Ecco come superare la fasciopatia plantare e tornare a correre: Una guida completa

da | 2 Mag 2024 | 0 commenti

Per lungo tempo si è creduto che la fasciopatia plantare fosse causata da un processo infiammatorio derivante da sforzi eccessivi come la corsa su lunghe distanze. Tuttavia, recenti scoperte hanno evidenziato che si tratta piuttosto di uno stato degenerativo delle fibre collagene della fascia plantare, privo delle tipiche caratteristiche infiammatorie. Questa scoperta ha portato alla sostituzione del termine “fascite” con “fasciopatia”.

Statistiche recenti indicano che l’8% di tutti gli infortuni correlati alla corsa sono associati a questa condizione.

Quali sono i fattori di rischio?

  • Ridotta flessione dorsale della caviglia (movimento della punta del piede in su)
  • Piede cavo o piatto
  • Diabete
  • Stare in pedi per lungo tempo oppure un aumento eccessivo dei km settimanali durante la corsa

Come faccio a capire se ho una FASCIOPATIA PLANTARE?

  • Il dolore si presenta sotto la pianta del piede, soprattutto al primo passo al mattino o all’inizio dell’attività fisica
  • Il dolore peggiora a piedi nudi
  • Dolore alla pressione sotto la pianta del piede

LA CHIAVE è allenarsi correttamente

Come già spiegato in precedenza, la fasciopatia plantare non ha le caratteristiche istologiche dell’infiammazione; al contrario, si manifestano fenomeni di ispessimento e fibrosi della fascia plantare. Assumere antiinfiammatori non ha molto senso.

Questi ispessimenti si verificano quando lo stimolo a cui la fascia plantare è sottoposta è maggiore rispetto alla sua capacità di carico: un aumento improvviso dei chilometri settimanali o un’intensità troppo elevata.

Per comprendere cos’è la capacità di carico e come determinarla, leggi il mio articolo.

TRATTAMENTO

Le Best Practice del BJSM (British Journal of Sports Medicine) del 2021 per la fasciopatia plantare ci mostrano come la gestione di questa patologia si debba concentrare su un approccio Core (vedi figura).

Core Approach - British Journal of Sports Medicine

Core Approach – British Journal of Sports Medicine

 

I punti fondamentali di questo approccio sono:

  • Utilizzo di bendaggi funzionali (Video) per alleviare i sintomi sul breve termine
  • Stretching della fascia plantare
  • Educazione

 

La gestione del carico di allenamento e l’esercizio terapeutico rimangono le strategie migliori per risolvere il problema. In Italia, viene spesso utilizzata la TECAR, ma al momento non esiste alcuna evidenza scientifica che dimostri che tale terapia abbia effetti curativi.

.

LA-VERITA-SCIOCCANTE-SULLA-TECAR.PNGPer saperne di più, leggi il mio articolo: ‘La verità scioccante sulla TECAR: perché potrebbe non essere la soluzione che stavi cercando’

 

 

 

La letteratura scientifica consiglia la prescrizione di esercizi di rinforzo per i muscoli che controllano la pronazione e attenuano le forze durante le attività di carico. Un approccio recente ha dimostrato che l’heavy-slow resistance training, che prevede contrazioni eseguite lentamente con carichi elevati, ha maggiori effetti positivi.

 

Allenamento della forza nella corsa: effetti sulla prevenzione degli infortuni e sulle performance sportive’ [+ BONUS: CIRCUITO DI FORZA].

Se hai bisogno di un programma personalizzato di riabilitazione e ritorno alla corsa, consulta subito
FISIOTERAPISTASPORTIVO.COM,
il mio portale dedicato alle consulenze online!

 

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pin It on Pinterest

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione mediante cookie, nel rispetto della tua privacy e dei tuoi dati. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi